San Martino e Marzemino

La festa di San Martino si celebra in tutta Italia con usanze regionali diverse. In Veneto San Martino è legato alla spillatura del vino nuovo, frutto della recente vendemmia. La tradizione racconta di Martino, soldato romano, che nell’inverno del 335 divise a metà il suo mantello per proteggere dal freddo un mercante seminudo. Martino subito dopo vide il mercante prendere le sembianze di Gesù e si convertì al cristianesimo.

Nei Colli Euganei San Martino significa foliage, serate fresche, castagne e marroni e Marzemino. Le vigne entrano lentamente in riposo vegetativo e lasciano cadere le foglie. Nella nostra cantina i lavori avviati a seguito della vendemmia vanno verso la conclusione. Tutto rallenta in attesa dell’arrivo dell’inverno.

La storia del Marzemino tra passato e presente

Il Marzemino compare in Italia intorno al XV secolo grazie agli scambi via mare della Repubblica di Venezia, diffondendosi in Veneto, Trentino e Lombardia. Il suo nome deriva da “Marzarimen”, dal latino “grano di marzo”, per la ridotta dimensione dei suoi acini.

Tradizionalmente in Veneto e nei Colli Euganei si beveva un Marzemino con un lieve residuo zuccherino e una bollicina briosa derivante dalla rifermentazione in bottiglia. Vinificato secco questo vitigno regala una piacevole aromaticità, che unita alla leggerezza e alla freschezza ne fa un vino adatto a una merenda con pane e salame o a un piatto di salame ai ferri.

L’acino del Marzemino è caratterizzato da una buccia sottile e resistente e per questo si presta bene all’appassimento. Appassire i grappoli di Marzemino è una scelta insolita, che abbiamo intrapreso ormai diversi anni fa e che riflette la nostra voglia di sperimentare, donandoci un vino intenso e speziato.

San Martino: castagne e Marzemino

“A San Martino castagne e vino”. Recita così un antico proverbio che ricorda la tradizione di mangiare le castagne e il vino nuovo in questa giornata. Un tempo l’11 novembre era una data molto importante nel calendario contadino che coincideva con l’inizio del riposo agricolo e il rinnovo dei contratti agricoli.
Il nostro Marzemino nelle varie versioni accompagna piacevolmente i sapori dell’autunno. Con le castagne, che non possono mancare per l’estate di San Martino, vi consigliamo il nostro Marzemino Passito o quello rifermentato. A voi la scelta!

 

Add comment