Premio Sole
Guida Oro I Vini di Veronelli 2023
Fior d’Arancio Passito 2018

Siamo onorati di annunciare che il nostro Fior d’Arancio Passito ha ricevuto il premio speciale Sole dalla Guida Oro I Vini di Veronelli.
In occasione dell’anteprima della presentazione della Guida Oro I Vini di Veronelli 2023, tenutasi al Castello di Masino (TO) il 18 novembre 2022, abbiamo ricevuto il premio speciale Sole, assegnato dalla Redazione a 10 vini scelti tra le migliaia di campioni assaggiati (quest’anno 16.625) che si distinguono per originalità e valore.

Ecco quanto la Guida Oro I Vini di Veronelli scrive sulle motivazioni del premio speciale Sole al nostro Fior d’Arancio Passito 2018:

Gli Zanovello sembrano sfruttare le alture dei Colli Euganei per spingere lo sguardo un po’ più in là. Ogni loro progetto testimonia, infatti, l’impegno a capire il mondo, ad agire con responsabilità sentendosi parte di una comunità radicata e connessa, un senso etico che incarna il significato più alto dell’espressione “avere i piedi per terra”. Ca’Lustra è attraversata da ragionamenti che includono, ad esempio, il confronto con il cambiamento climatico per la ricerca di equilibri nuovi nelle scelte colturali e nelle tecniche di cantina. Una responsabilità avvertita soprattutto nei confronti di chi i vini li acquista e li beve, garantendo salubrità ma anche prezzi accessibili, accoglienza sincera e trasparenza nelle comunicazioni. Da questo approccio nascono l’Anfiteatro del Venda con i suoi eventi culturali in vigna, la collaborazione con il Dipartimento di Filosofia dell’Università di Padova per lo studio del paesaggio e… l’ottimo Fior d’Arancio Passito 2018, dall’eloquio sicuro e coinvolgente.

Si legge questo sul nostro Fior d’Arancio Passito 2018:

Che la famiglia Zanovello dedicasse molte attenzioni al Moscato Giallo, che nei Colli Euganei viene chiamato Fior d’Arancio, ci era noto da anni; che i Colli Euganei con i loro suoli vulcanici fossero capaci di dare grandi uve, profumate e croccanti lo si sapeva da tempo; che il loro Passito fosse uno dei vini dolci più eleganti della regione anche questo è noto; ma che questo vino potesse stupire per la sua rapida capacità di esprimersi al meglio quanto più respirasse in un ampio calice francamente ci ha sorpreso. Tanto che abbiamo tenuto da parte il bicchiere più di un’ora trovando continuamente in ascesa l’olfatto e dirompente il gusto. Un vino sicuramente da conoscere. GB

Add comment

0
0
0
0