VITA
Franco Zanovello nel 1975 decide di stabilirsi e operare nel podere acquistato dal padre negli anni Sessanta, come buen retiro nei Colli Euganei. La prima etichetta è del 1977, da allora non ha mai smesso di prendersi cura della sua terra, istituendo un vigneto sperimentale con 140 varietà diverse, progettando di recuperare aree vitate in abbandono e lavorando anche in sinergia con le università. Con lui i figli Marco e Linda.

VIGNE
I 25 ettari (tra proprietà e affitto) si trovano all’interno del Parco Regionale dei Colli Euganei, in un luogo naturalmente integro e di rara bellezza paesaggistica. Tutt’intorno si estendono ettari ed ettari a bosco, oliveto e pascolo, in un contesto di biodiversità unico. I due corpi aziendali più estesi sono quello nei pressi della cantina e quello ad Arquà Petrarca, su suoli vulcanici.

VINI
Grande cura in vigna (si segue il protocollo di potatura dei Preparatori d’Uva) e attenzioni elevate in cantina, con fermentazioni spontanee e l’uso esclusivo di lieviti autoctoni. Tante le etichette, ma “ognuna ha il suo perché”, ci dice Franco. E noi gli crediamo. Forza e carattere nel Colli Euganei Merlot Sassonero 2010. Più croccante e fine il Colli Euganei Rosso Moro Polo 2012 (Merlot, Carménère, Cabernet Sauvignon). Il Colli Euganei Fior d’Arancio Spumante 2014 è un Metodo Charmat gradevole e compatto da abbinare al dessert. Il Colli Euganei Fior d’Arancio Passito 2010 esprime una pienezza di raro equilibrio, mentre gioca sul registro sapido e aromatico il Colli Euganei Bianco Olivetani 2013 (Tai Bianco, Garganega, Sauvignon, Pinot Bianco, Moscato). Fragrante il Colli Euganei Manzoni Bianco Pedevenda 2013.